E’ noto che il consumo di bevande zuccherate predisponga all’insorgenza di diverse patologie e, quindi, a un aumento del rischio di morte. Sostituirle con bevande contenenti dolcificanti può essere una strategia efficace? 

Per rispondere a tale quesito uno studio americano, pubblicato sulla prestigiosa rivista Circulation, ha inteso verificare se il consumo dei due tipi di bevanda fosse associato al rischio di morte e di patologie cronico-degenerative. Lo studio ha analizzato i dati di due grandi studi epidemiologici condotti tra il 1980 e il 2014 su un totale di oltre 118.000 persone. Il consumo di bevande zuccherate è risultato associato con un maggiore rischio di morte, di malattie cardiovascolari e tumori, anche a bassi livelli di consumo. Le bevande con dolcificanti sono invece risultate associate ad un maggiore rischio di malattie cardiovascolari solo per i consumatori di due o più dosi al giorno.

Lo studio conferma quindi drammaticamente gli effetti negativi del consumo di bevande zuccherate a qualunque livello di assunzione. Per quanto riguarda invece le bevande edulcorate il giudizio è sostanzialmente sospeso. Esse dovrebbero sostituire quelle zuccherate solo transitoriamente, in attesa di sospendere il consumo di entrambi i tipi di bevanda, per passare quanto prima all’esclusivo consumo di acqua.

Fonte: Malik V et al., Circulation. 2019; CIRCULATIONAHA.118.037401


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

© Copyright - Enfarma Srl - All Rights Reserved
Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo (M.O.G) ex L.Lgs. 231/2001
Area riservata