L’emicrania colpisce oltre il 20% delle persone a un certo punto della loro vita; studi epidemiologici hanno dimostrato che il 4,5% della popolazione dell’Europa occidentale ha mal di testa almeno 15 giorni al mese.

Uno studio in doppio cieco, controllato con placebo e randomizzato su 81 emicranici che hanno ricevuto per via orale 600 mg/die di citrato di magnesio, ha mostrato una riduzione della frequenza degli attacchi del 41,6%.

Un altro studio in cui è stato misurato il magnesio in 40 pazienti, durante un attacco di emicrania acuta, ha rilevato che il 50% presentava livelli inferiori alla media.

La ricerca ha riscontrato che il magnesio è un’opzione potenzialmente ben tollerata, sicura ed economica per la prevenzione dell’emicrania. Nei pazienti con sintomi indicativi di ipomagnesemia (bassi livelli di magnesio) si consiglia l’integrazione giornaliera di 400 mg di magnesio.

Fonti: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK507271/ https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4416971/


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

© Copyright - Enfarma Srl - All Rights Reserved
Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo (M.O.G) ex L.Lgs. 231/2001
Area riservata